IL GREEN PASS E LE DBN: quando serve?

Una domanda che ci è stata rivolta frequentemente ha trovato risposta ufficiale nelle F.A.Q. della Presidenza del Consiglio dei Ministri relative ai DPCM firmati dal Presidente Draghi.

 

Alle domande:

 

Gli Operatori del settore dei servizi alla persona devono controllare il green pass dei propri clienti? E i clienti, devono controllare il green pass di tali operatori?

 

la Presidenza del Consiglio dei Ministri risponde:

 

Il titolare dell’attività deve controllare il pass dei propri eventuali dipendenti ma non deve richiederlo ai clienti, né questi ultimi sono tenuti a chiederlo a chi svolge l’attività lavorativa in questione.

 

Appartenendo gli Operatori delle Discipline Bio Naturali al settore del “servizi alla persona”, se ne deduce che l’Operatore non ha obbligo di verificare il Green Pass del proprio cliente, tantomeno il cliente deve verificare quello dell’Operatore.

Resta, comunque, l’obbligo di essere in possesso di un Green Pass, anche “non rafforzato”, per poter esercitare la professione, quando questa ci porti a contatto con i clienti.

La precisazione risulta necessaria consentendo, alcune D.B.N., di operare tramite consulenze o lezioni anche in via telematica, nel qual caso non è richiesta certificazione verde.

a cura di @antonellocalabrese