LE LINEE GUIDA TRASGENDER NELLO SPORT: a quando?

"Opinioni contrastanti": le linee guida transgender del CIO sono nuovamente rinviate al 2022

Nel mondo dello sport si sta affacciando sempre più in maniera preponderante  la riflessione sulla necessità di operare dei cambiamenti in tema di rapporti di genere anche in ambito sportivo e l'argomento è di cosi stretta attualità che se ne sta occupando anche il Cio. 

Il Cio è i
l Comitato Internazionale Olimpico , l'organismo sportivo supremo in tema di sport , al di sopra del Coni, delle Federazioni, delle Dsa o degli Enti di Promozione sportiva ( spiegato in maniera molto semplicistica). 

Il Cio sta ponendo in essere delle Linee guida sull'argomento  sui punti di dare priorità all'inclusione e alla prevenzione del danno . 

I lavori per la loro stesura stanno subendo dei rallentamenti dovuti a , cosi dichiarano "posizioni molto contrastanti "  e con molta probabilità verranno pubblicate dopo le Olimpiadi invernali di Pechino  previste per il prossimo febbraio , con un ritardo significativo di 3 anni rispetto al termine originariamente previsto . 

Allo stato attuale, il CIO suggerisce che le donne trans dovrebbero essere autorizzate a competere nella categoria femminile se riducono il loro testosterone per 12 mesi, sebbene le singole federazioni sportive siano autorizzate a elaborare le proprie regole.

Tuttavia, parlando a una conferenza del Consiglio d'Europa sulla protezione e la promozione dei diritti umani degli atleti intersessuali e transgender nelle competizioni sportive, Budgett ha affermato che l'approccio del CIO cambierà. "Ci saranno ampie linee guida di alto livello, più simili a un quadro", ha detto. “Sono le federazioni internazionali che determineranno le regole specifiche per i loro sport ei loro eventi.

I cambiamenti particolari dal 2015 sono l'enfasi sulla priorità dell'inclusione e sull'evitare il danno, ma tenendo sempre presente l'importanza di una concorrenza leale e significativa. Dobbiamo ancora accordarci sul quadro. È impegnativo. Ma sarà pubblicato tra qualche mese, al più tardi subito dopo i Giochi olimpici invernali di Pechino."

Siamo molto consapevoli che il sesso, ovviamente, non è binario. È un continuum. I settori si sovrappongono. E quindi le soluzioni non saranno essenzialmente binarie".

L'argomento è estremamente delicato e suscettibile, lo sappiamo tutti, di forti trasporti emozionali legati alle proprie convinzioni relativamente a ciò che è giusto o ciò che è sbagliato. 
Noi, come sempre, non esprimiamo giudizi ma semplicemente analizziamo i fatti. 

Attendiamo con pazienza queste linee guida . 
Con la certezza che l'unica cosa che conta è fare sport . 

A cura della redazione di @consulentidellosportedelterzosettore